L’eternità

Ci troveremo ancora più grandi e più sinceri in una lacrima e parleremo ancora di cieli immensi avremo nuove verità dimmi se ti ho deluso e quanto hai pianto senza di me io di pensarti non ho smesso neanche un attimo e quanto dura l'eternità.Ci abbracceremo ancora più stretti di un anello che non toglierò e chiederemo al mondo che … Continua a leggere

Domani è un altro giorno

Nella vita ci sono giorni pieni di vento e pieni di rabbia,ci sono giorni pieni di pioggia e pieni di dolore,ci sono giorni pieni di lacrime;ma poi ci sono giorni pieni d'amoreche ci danno il coraggiodi andare avanti per tutti gli altri giorni…. Romano Battaglia

Urge una risata…….

Utenti del computer: termine collettivo che si riferisce a tutti coloro che osservano il monitor con uno sguardo spento e vacuo. Gli utenti sono divisi in tre categorie: novizi, intermedi, ed esperti. I novizi sono coloro che credono che premendo un certo tasto il loro computer si possa rompere. Gli intermedi sono coloro che non sanno come riparare il loro … Continua a leggere

Sagge parole

Abbiamo dimenticato cosa sia guardarsi l'un l'altro, toccarsi,avere una vera vita di relazione, curarsi l'uno dell'altro.Non sorprende se stiamo morendo tutti di solitudine…. Leo Buscaglia

Chi si accontenta…

Non dobbiamo essere troppo esigenti. Non chiediamo l'impossibile. Dobbiamo essere contenti di essere le persone che siamo, due persone che un po' si amano un po' no, che ogni tanto sono pazzi l'uno dell'altro. E' gia' molto essere in due…  Géraldy

Amico, o amica mia….

Amico mio, tu e io rimarremo estranei alla vita,e l'uno all'altro, e ognuno a se stesso,fino al giorno in cui tu parlerai e io ascolterò,ritenendo che la tua voce sia la mia voce;e quando starò zitto dinanzi a tepensando di star ritto dinanzi a uno specchio. Kahlil Gibran

Il Papa, Orazio e la morte

di Marco Politi "Non omnis moriar… non morirò del tutto". Nel crepuscolo della sua esistenza il Papa slavo torna con la memoria alla malinconica saggezza di Orazio. Ai suoi amici, che non sanno come dirgli la loro preoccupazione per la sua fragilità, Karol Wojtyla recita d'improvviso un verso delle Odi. L'uomo venuto da lontano riprende dal tesoro dei ricordi l'eloquio … Continua a leggere

Autostop!

Dalle 18 di stasera, per 24 ore, sono a piedi. Per la mia "leonessa" è tempo della classica visita periodica, alias "tagliando". Roba da non credere, ma mi sento come menomato. Perchè qui, diversamente dalla città dove mezzi pubblici e taxi possono supplire alla mancanza, senza un automobile non si va molto lontano. E non posso fare a meno di notare … Continua a leggere