Mi fermo 10 minuti…

Forse si è capito, il mio umore è in fase crescente. Inevitabile, per me che odio l'inverno, il freddo, il buio, rimanere impassibile all'arrivo della bella stagione, del sole, del caldo. Mi piace. Sto bene. Fisicamente non cambia niente, il mio mal di testa continua imperterrito a condizionare la mia vita, l'età avanza e con lei gli acciacchi dovuti anche ad un lavoro duro ma che adoro. Specie adesso, visto che lavorando "quasi" all'aperto, godo del bel tempo. Il mio cucciolo forse è l'unico cruccio che rimane, e rimarrà sempre. Il doverla vedere "ad intermittenza", e il non poterla vivere al cento per cento, è una cosa che mi danna. Mi consola il fatto che ormai è una signorina, e mi dimostra ogni volta che le mie scelte di vita sono servite anche alla sua serenità. La mia vita sentimentale, invece, è nel "limbo", come lo chiamo io. I. continua ad essere una presenza abbastanza costante, nonostante la cattiveria dimostratami in passato (e così rispondo ad una vecchia domanda della Faby…). Ormai è certo che andiamo molto più d'accordo se ognuno sta a casa sua, e ci vediamo un giorno sì e uno no (più o meno). Non so se essere single sia la mia aspirazione, ma per il momento mi trovo bene con me stesso. Come dice la pubblicità della mia auto, sono un "esprìte libre"! Tre mesi fa aprii questo blog, ero giù giù giù, ci capitai per caso ed il primo post che lessi era quello di Fede, una ragazza ora mia amica che aveva appena perso il suo ex in un incidente d'auto. Allora pensai che comunque, nel mondo, c'era chi stava più male di me, ed iniziai a scrivere. Dopo quasi cento giorni, posso dire di avere trovato un sacco di amici (più amiche, a dire il vero, e non mi lamento ;-). Che richiedono impegno, certo, perchè meritano attenzione, e a volte risposte. Ma che ricambiano in tante maniere. Con affetto, tanto. E incondizionato, questo è il bello. Io non devo niente a loro, e loro non devono niente a me. Così ho cambiato le mie abitudini, rubo un paio d'ore al mio sonno, dò quel poco che posso, e ricevo tanto. Venire qui sopra, ormai, è come il pranzo o la cena, il lavoro o il sonno, è una cosa naturale e giornaliera. Ovvio, impegni permettendo. Perchè il mio tempo libero è veramente poco, e spesso mi ritrovo a balzare da qui a lì, per non dovere dire NO a niente e nessuno. Perchè la vita è una sola, e non sappiamo quando finiranno le batterie. E io voglio fare tutto, senza fermarmi, perchè so che quando andrò via, mi verrà in mente che ho lasciato delle cose indietro…………..

Mi fermo 10 minuti…ultima modifica: 2005-04-30T00:31:02+02:00da coccolexchicco
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Mi fermo 10 minuti…

  1. …la vita ha i suoi seniteri, i suoi percorsi … si fanno incontri si perdono ogetti e ricordi , si impara qualcosa , ci si scopre a volte peggiori a volte migliori … sentieri gia battuti a volte , a volte si ritorna anche sul luogo del delitto . Periodi e sentieri … sentieri e periodi . E non siamo poi così diversi gli uni dagli altri . Si può solo seguire l’istinto ad un bivio senza spiegazioni . Notte tranquilla caro papy.

  2. stamattina,legg endo questo tuo post, mi è venuta voglia di riflettere un pò anch’io sul mio rapporto con il blog…hai proprio ragione, ormai è davvero naturale venir qui e scrivere, anche se si tratta solo di poche parole, xchè magari siamo stanchi e presi da tante cose…ed è bello anche il confronto con gli altri…con chi ci lascia parole di amicizia, consigli, sorrisi e baci!!! Ti auguro un weekend sereno…il mio è già accompagnato da un leggero mal di testa (nn potevo mica lasciarti l’esclusiva ;-))!!!)…e un bacione!

  3. caro chicco, alcuni tuoi post mi fanno riflettere e mi proiettano già nel futuro, dandomi la esatta dimensione di quanto sia lunga la strada per me… E pensare che fino ad ora avrei fatto carte false per vivere una condizione simile alla tua… Ti abbraccio e ti auguro una buona domenica. ste

  4. Ma secondo te, uno che si presenta al mondo del blog chiamandosi coccole per chicco, come potrebbe mai, non riceverne tante? Ormai ti ho identificato con l’orsacchiotto del tuo sfondo. E chi, non ha mai avuto come compagno di coccole un orsetto?
    Però io la musica ancora non riesco a sentirla….qua si quasi me le riprendo le coccole che ti ho fatto…! Non è vero…. te le lascio…fanne buon uso! Baciottini sui guancini…, Patty

  5. Ciao Luca, mi trovi molto d’accordo con quello che hai scritto in questo post…
    Anch’io sono entrata per caso in questo blog, anch’io in un momento in cui il mio umore era giù giù giù giù giù giù giù ….
    Non mi aspettavo niente, era un modo per sfogarmi, per parlare più con me stessa che con gli latri, quasi un parlare ad alta voce mettendo nero su bianco i miei pensieri.
    E invece piano piano ho conosciuto delle bellissime persone, qualcuno anche “dal vivo”, come le altre ragazze del gineceo…
    Ma anche da chi non ho conosciuto personalmente ma solo sul blog o con qualche email ho comunque ricevuto qualcosa…a volte basta una parola detta nel modo giusto al momento giusto…
    Mi auguro che per qualcuno sia stato lo stesso nei miei confronti…
    Un abbraccio …e non essere così maschilista!
    Gil

Lascia un commento